Condividi

Presentato alla Scuola di Polizia nel corso della visita di Franco Gabrielli alla presenza di Tina Montinari, ha come protagonista Francesco, figlio di un agente in servizio in città . Ne ha parlato il quotidiano il vibonese ed un video è stato pubblicato dalla pagina della questura di ViboValentia

“Negli occhi di Antonio ci sono i nostri occhi,
quelli di altri poliziotti…
che guardano e ricordano…
Quello che siamo stati,
che siamo e sempre saremo…
Negli occhi di Antonio”

“Negli occhi di Antonio”. É il titolo del cortometraggio realizzato dalla Questura di Vibo Valentia dedicato ad Antonio Montinaro, il caposcorta di Giovanni Falcone che morì nella strage di Capaci insieme al magistrato.

Leggi anche:  Maxi-operazione contro i Sinti: sequestrate case, auto di lusso e beni per milioni di euro

A Montinaro è stata intitolata ieri la “Palazzina Studi e Corti” della Scuola allievi agenti di Vibo Valentia. Il cortometraggio è stato presentato nel corso della cerimonia che ha preceduto l’intitolazione, presente il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, e la sorella di Montinari, Tina.

Il soggetto del cortometraggio è del questore di Vibo Valentia, Andrea Grassi, ed il montaggio di Davide Catalano, sovrintendente in servizio nella Questura di Catania, appassionato di cinema. Nel video compare un bambino, Francesco Pagano, che nella vita reale, tra l’altro, è il figlio di un poliziotto in servizio a Vibo Valentia, che rappresenta un ipotetico testimone della strage di Capaci che da grande diventerà un poliziotto.

Leggi anche:  POLIZIA, IL NOCS È DONNA: LA PRIMA AGENTE SUPERA LE DURISSIME SELEZIONI

GUARDA IL VIDEO

 

Articolo precedente"Abbiamo il tuo anello": polizia cerca la coppia della proposta di matrimonio maldestra
Prossimo articoloMamma e papà spacciavano droga, lo facevano in auto col figlio di 12 anni

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.