Condividi

“È un miracolo, poteva essere una strage”: il procuratore di Milano Francesco Greco e il ministro dell’Interno Matteo Salvini dicono senza tanti giri di parole quello che ha pensato chiunque abbia visto la carcassa del pullman completamente bruciato lungo la Paullese . Non ci sono state invece conseguenze fisiche per 51 ragazzini che, però, difficilmente dimenticheranno in fretta la spaventosa esperienza che hanno vissuto ieri mattina. Riportiamo di seguito le testimonianze tratte da Il Secolo XIX

I colleghi di Ousseynou Sy: “Siamo sorpresi”
Questa mattina Ousseynou Sy era “tranquillissimo” quando è entrato nel bar della stazione di Crema. A riferirlo è il barista che ha raccontato che Sy gli ha semplicemente detto: “Porto i ragazzi in palestra e torno”. I suoi colleghi autisti che partono con i loro autobus dal piazzale antistante la stazione si dicono costernati. “L’ho visto martedì – racconta uno di loro – mi ha salutato come al solito e mi ha chiesto come stavo. È inimmaginabile che abbia fatto una cosa del genere”. Raccontano che Sy risiede a Crema da tempo e negano che l’uomo avesse precedenti penali: “Era stato denunciato da una ragazza per molestie – raccontano – ma era stato assolto con formula piena, tanto che aveva chiesto dei danni ma non aveva mai visto un euro perché quella ragazza non aveva niente”. LEGGI ANCHE: Incendio autobus, il procuratore: “senza i Carabinieri sarebbe stata una strage, atto premeditato”

FOTO TRATTA DA IL SECOLO XIX
FOTO ANSA

Il video con la rivendicazione
Ousseynou Sy “aveva già registrato un video fatto arrivare in Senegal” in preparazione del suo «gesto eclatante”: lo ha detto il capo del pool antiterrorismo Alberto Nobili spiegando che, dall’interrogatorio dell’uomo, è emerso che la sua azione “voleva mandare il messaggio “Africa Sollevati””. “Voleva dire agli africani di non venire più in Europa e punire l’Europa per le politiche a suo dire inaccettabili contro i migranti”, ha spiegato Nobili. LEGGI ANCHE: Terrore sul bus, parla il Maresciallo intervenuto: “Battevano sui vetri, avevano una gran voglia di sopravvivere”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIncendio autobus, il procuratore: "senza i Carabinieri sarebbe stata una strage, atto premeditato"
Prossimo articolo"Vado a scuola" ma sparisce: ore di ansia per Alessia, scomparsa da casa a soli 17 anni

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.