Condividi

A segnalare alla polizia i maltrattamenti un vicino di casa. Lʼoggetto, che non può essere utilizzato sui cani, è stato sequestrato

Puniva il suo cane ogni volta che abbaiava grazie a un collare in grado di rilasciare scariche elettriche.

Per questo un uomo in provincia di Torino, è stato denunciato per maltrattamenti di animali. Il cane, un èpagneul breton di 8 anni, è stato ritrovato dalla polizia locale con il collo ferito e il pelo bruciato in corrispondenza degli elettrodi del collare.

Secondo quanto riportato da tgcom24, è stato un vicino di casa ad accorgersi dell’abuso e a segnalare la questione alle forze dell’ordine, che, dopo alcuni appostamenti, hanno capito che il cane indossava effettivamente un collare elettrico: si attivava ogni volta che l’animale emetteva un suono.

Il proprietario del segugio da caccia è stato denunciato per maltrattamenti di animali e l’oggetto è stato sequestrato dalla polizia municipale.

L’acquisto del collare elettrico non è una pratica illegale. Tuttavia non può essere utilizzato sui cani perché, secondo quanto stabilito da alcune sentenze, produce sugli animali domestici ansia, depressione, paura e un forte stato di aggressività.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAmanda Knox lancia una colletta per le nozze
Prossimo articoloLa bottiglietta d'acqua per lavare la pipì dei cani diventa obbligatoria: si rischiano 300 euro di multa