Condividi

Nicola Trainotti di Rovereto andava a stampare la tesina per il diploma. L’urto del manubrio sull’addome del ragazzo ha provocato un’emorragia

ROVERETO. Stava andando a stampare la tesina da presentare agli esami di diploma Enaip, in sella alla sua Honda 125. Pare che sottobraccio portasse un voluminoso vocabolario, e forse per questo motivo teneva il manubrio con una sola mano. Imboccata la breve discesa di via Ronchi, che si collega alla statale, ha perso il controllo della moto.

Sull’asfalto ci sono i segni di una breve frenata, cinque metri o poco più, forse per evitare di sbattere contro un furgone della Sda, in sosta per una consegna. Poi la Honda, senza nemmeno sfiorare il furgone, si è coricata su un fianco e il ragazzo è finito a terra.

Nicola Trainotti, 17 anni, è stato subito soccorso dall’ambulanza di Trentino emergenza, che in pochi istanti è arrivata sul luogo dell’incidente. Il ragazzo parlava, pareva una cosa da nulla. La moto era pressoché intatta, anche perché la caduta è avvenuta a velocità molto ridotta. Ma purtroppo ci si è messa la malasorte. L’ipotesi più probabile è che, frenando con una sola mano, il manubrio si sia “chiuso”, rivoltando le manopole contro l’addome del ragazzo.

Il quale, poco dopo l’arrivo dei soccorritori, si è sentito male ed ha perduto i sensi. Nessuno si aspettava una reazione simile, l’incidente non pareva per nulla grave. Una caduta come tante. Ma appena il ragazzo ha perduto conoscenza, gli infermieri hanno agito con grande prontezza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl terremoto giudiziario che rischia di travolgere l’Arma dei Carabinieri inguaiata dal Giglio Magico di Renzi
Prossimo articoloTerrore sul bus Marsala - Palermo. "Un passeggero voleva farci cadere giù dal viadotto"