Il dentista che cura chi non può permetterselo: “otturazioni in base al reddito”

Una figura molto interessante quella di Nicolas Dessypris, un vero e proprio “dentista sociale” che si fa pagare secondo le esigenze dei pazienti. Succede a Genova: il dottore offre anche cure gratuite a chi non può permettersele.

Nicolas lavora a Genova e ciò che lo ha portato alle cronache è la sua funzione sociale spiegata in breve da un cartello sulla sua porta: “Onorari secondo lo stato del bisogno a operai, pensionati, contadini, studenti, artigiani e artisti”. Nicolas cura anche gratuitamente chi non ha soldi e sa bene che una carie, per esempio, è cosa ben diversa da un impianto e vuole trovare il miglior compromesso tra qualità dell’intervento e spesa.

L’iniziativa del dottore, che si è autodefinito con grande orgoglio “dentista sociale”, ha riscosso un grande successo, considerando anche l’elevato costo che normalmente viene applicato per cure specifiche da tutti gli studi odontoiatrici: “Sono ormai anni che Nicolas Dessypris, che lavora nei pressi del porto di Genova, pratica questa iniziativa: le sue tariffe non sono tutte uguali e in genere molto costose come in altri studi odontoiatrici, ma variano in base al reddito del paziente.

La sua è in pratica la messa in atto dell’adesione all’accordo siglato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, dall’Andi e dall’Oci per offrire prestazioni odontoiatriche a prezzi calmierati alle persone in difficoltà. Il dentista ha creato un tariffario in base ai redditi: scontro del 10% per chi guadagna meno di 20 mila euro all’anno, del 20% per redditi inferiori ai 15 mila euro, del 30% fino a 12 mila, del 40% fino 10 mila e del 50% per i redditi inferiori a 5 mila.

Dalle parole di Dessypris si intuisce che alcune prestazioni vadano oltre lo sconto. “Tolgo il mal di denti a chi ce l’ha”, afferma.”

Come già spiegato, va detto che il dottor Nicolas Dessypris non è l’unico dottore ad aver adottato questo tipo di tariffe; anche il Ministero della Salute, infatti, ha prestato attenzione a queste tematiche introducendo, nel 2009, un Accordo per l’Odontoiatria Sociale che prevede prezzi più bassi per alcuni tipi di cure odontoiatriche per chi ha un reddito inferiore a 8mila euro all’anno. Grazie a questo protocollo, ad oggi, sono circa 5mila i dentisti sociali in Italia su un totale di 27mila.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche