Condividi

Noemi è tornata a casa sua. La bambina di quattro anni ferita lo scorso 3 maggio nel corso di una sparatoria a Napoli, in piazza Nazionale, ha lasciato l’ospedale pediatrico Santobono Pausilipon ed è tornata a casa. La bimba stata oggi sottoposta agli ultimi esami che hanno dato il via libera alle dimissioni.

UNA FERITA QUASI MORTALE

Qualche settimana fa per la piccola era arrivata la bella notizia: sciolta la prognosi e non più in pericolo di vita. Ma nel pomeriggio del 3 maggio scorso, quando era stata portata in codice rosso al pronto soccorso pediatrico, la bimba era più morta che viva.

Aveva un foro di proiettile – impercettibile diranno poi le testimonianze della nonna e dei presenti – e l’ogiva le aveva attraversato i polmoni, fortunatamente non ledendo i grandi vasi ma rendendo difficilissimi i soccorsi.

Noemi è stata immediatamente sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, realizzato da una equipe di eccellenti medici napoletani che di fatto le hanno salvato la vita. Il team interospedaliero di medici che hanno operato dalle 21.30 a mezzanotte, era composto da Massimo Cardone, Giovanni Gaglione e Vincenzo Tipo del Santobono, Guido Oppido del Monaldi e Carlo Tascini del Cotugno.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteA21, tragico incidente in autostrada: salvo bimbo di 6 mesi, muoiono i genitori
Prossimo articoloAlabama, la castrazione chimica è legge! "Necessaria per chi violenta under 13"