Condividi

robertoragioneNon ce l’ha fatta il bimbo di 10 anni travolto da un’auto mentre attraversava la strada poco dopo le 13 di ieri, a Trepuzzi. Roberto Ragione è morto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce dov’era stato ricoverato e dove è rimasto in coma per tutto il tempo, a causa del gravissimo trauma cranico riportato nell’incidente, oltre a numerose altre lesioni. Dopo aver tentato in ogni modo di salvargli la vita, questa mattina i sanitari non hanno potuto far altro che dichiarare la morte cerebrale del bambino. Subito dopo è partita la fase di osservazione, durata sei ore, dopo di che la famiglia, straziata, ha autorizzato la donazione degli organi del piccolo Roberto.

Dolore e incredulità in ospedale. Momenti come sospesi in uno spazio e un tempo indefiniti. Davanti alla porta dell’unità di Rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, la mamma e tutti i parenti di Roberto, in attesa. Al di là della porta, la consapevolezza di una battaglia finita, nel peggiore dei modi. Al di qua, silenzio e pianto, frenesia e lentezza, sentimenti e fotogrammi in contrasto. Dolore. Davanti a quella porta c’è la mamma del bimbo, capelli raccolti, sguardo fisso verso un punto che non si sa dove sia. Roberto è lì, a pochi passi da lei.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIncidente choc: a cena col marito, muore soffocata
Prossimo articoloScappata la moglie di al Baghdadi, è caccia a Diane Kruger