Condividi

Sei giorni di ferie extra ai non fumatori per compensarli delle pause-sigaretta dei colleghi

Sei giorni l’anno di ferie extra ai non fumatori per appianare il dislivello con le frequenti pause-fumo dei colleghi amanti della nicotina.

Questo quanto stabilito da una compagnia giapponese, la Piala Inc.,

che ha voluto raccogliere l’appello lanciato dai dipendenti, evidentemente stanchi di lavorare più dei vicini di scrivania col vizio delle ‘bionde’.

A riportare la notizia è il britannico Telegraph.

Vedevano i colleghi fumatori allontanarsi dal posto di lavoro per andare a dedicarsi al vizio.

 

 

Poche boccate, ma visto che l’azienda ha sede al 29esimo piano di un palazzo di Tokyo per una sigaretta è necessario almeno un quarto d’ora di tempo.

Uno di loro, che non fuma, ha fatto presente che queste pause stavano creando problemi nella divisione dei carichi di lavoro:

ha messo la sua lamentela nella casella delle lettere aziendale, dedicata a suggerimenti e proteste.

Le ferie extra per i non fumatori sono state introdotte dall’azienda a partire dal settembre scorso.

Risultati immagini per non fumatori ferie

 

“Un non fumatore dello nostro staff – ha raccontato il portavoce della Piala Inc. Hirotaka Matsushima –

ha inserito un messaggio nella scatola dei suggerimenti in cui spiegava che le pause fumo dei colleghi stavano creando problemi.

Il nostro CEO ha letto il messaggio e si è trovato d’accordo, così per compensare abbiamo dato agli impiegati non fumatori qualche giorno di ferie extra per compensare”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDolore e lacrime per Gianluca De Santis, il poliziotto morto nello scontro in strada
Prossimo articoloFa l'amore con sua moglie e poi la uccide con 29 coltellate: "Nessuna crudeltà"