Condividi

VICENZA – Raccogliere le deiezioni canine quando si passeggia con il proprio “amico a quattro zampe” è un obbligo previsto dalla legge, oltre a un dovere civico ispirato dall’educazione e dal buon senso: ma non sempre è così. E a volte scattano delle sanzioni a carico di maleducati proprietari di cani. È il caso, come racconta il sito IlMessaggero – di un valdagnese che in settimana è stato sanzionato di 125 euro dalla polizia locale Valle Agno. Da tempo i cittadini segnalano al comando di polizia casi in centro storico di deiezioni non accolte e così gli agenti hanno intensificato i controlli. Un valdagnese a passeggio di buon mattino lungo il centrale corso Italia a metà settimana con il proprio cane non ha raccolto le deiezioni, proprio sotto l’occhio elettronico di una telecamera collegata al comando di polizia. Identificato, gli agenti hanno fatto visita al maleducato proprietario, sanzionato per 125 euro.

Sul caso è intervenuto il sindaco Giancarlo Acerbi. “Questi controlli della nostra polizia locale non sono un’operazione per “fare cassa” come qualcuno vorrebbe far intendere. Si tratta invece di una risposta puntuale alle segnalazioni che arrivano da tanti cittadini e commercianti, spesso costretti a pulire di persona davanti alle proprie attività avendo a cuore il decoro e la pulizia della nostra città. Ovviamente non è semplice individuare i trasgressori poiché gli agenti devono dedicarsi anche ad altre attività di controllo del territorio, ma il sistema di videosorveglianza ci viene però in aiuto. L’invito rimane quello di dotarsi di sacchetti ed eventuale museruola per i cani più grandi, rispettando le poche regole basilari per la cura del proprio cane e del decoro della nostra bella città”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteÈ morto il comandante Pier Francesco Dalle Luche, tornava a casa dalla moglie incinta
Prossimo articoloConcorso Vigili del Fuoco: bando per 1.700 posti in arrivo

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.