Non si ferma all’alt dei carabinieri e tenta di investirli: arrestato dopo un inseguimento

Nel corso di una normale attività di controllo della circolazione stradale in Corso Felice Cavallotti di Asti, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Asti intimavano l’alt ad una Fiat Punto in transito ma il conducente della vettura, anziché arrestare la marcia, accelerava e si scagliava contro i Carabinieri tentando di investirli. Lo riporta AtNews

Scampato il pericolo senza conseguenze solo per la prontezza dei militari operanti che riuscivano a evitare l’impatto, i carabinieri si ponevano all’inseguimento del fuggitivo per le vie della città e dopo circa 15 minuti riuscivano a bloccare il mezzo in Corso Pietro Chiesa a poche decine di metri dal luogo ove era cominciato l’inseguimento.

 

Cronaca

 

Alla guida dell’autovettura veniva identificato M.A. albanese 20enne incensurato residente a Segrate (MI), mentre il veicolo, all’esito del controllo effettuato in Banca Dati, risultava essere stato oggetto di furto il 16 giugno scorso presso un’abitazione di Isola Sant’Antonio (AL).

L’extracomunitario veniva immediatamente tratto in arresto per i reati di tentate lesioni aggravate, resistenza a Pubblico Ufficiale e deferito per la ricettazione della Fiat Punto e condotto presso la Casa di Reclusione di Asti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche