Condividi

Un nuovo attacco dei NoTav contro le Forze dell’Ordine nella serata di ieri presso il cantiere di Chiomonte

Si tratta dell’oramai noto cantiere valsusino del Tav Torino-Lione.

L’attacco alle Forze dell’Ordine si è verificato dopo una mobilitazione indetta da centri sociali e movimenti torinesi.

Qualche centinaio di manifestanti, dopo essersi ritrovati attorno alle 19 presso il campo sportivo di Giaglione, hanno percorso in corteo il sentiero Gallo Romano, violando l’ordinanza del prefetto di Torino, fino aad una cancellata a circa un chilometro dal cantiere.

I militanti hanno quindi ammassato legna per poi darle fuoco, usati gli idranti.

Circa 40 persone, dopo essersi travisate, si sono rese responsabili di lanci di bombe carta, pietre e razzi contro gli agenti sul luogo. Un vero e proprio assalto militare. La polizia ha risposto con il lancio di lacrimogeni e ha disperso i facinorosi.

La Digos identifica 24 manifestanti. I tafferugli sono andati in scena alla vigilia della marcia nel ricordo degli scontri di Venaus del 2005

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa storia di Sara dopo la chemio: “Il Fisco mi ha chiesto di motivare l’acquisto della parrucca”
Prossimo articoloArcelorMittal offre un miliardo di euro per lasciare gli impianti italiani

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.