Condividi

Tra le decine di manifestanti anche il leader di Askatasuna: per tutti è scattata la denuncia. Altri momenti di tensione anche nel pomeriggio. Il racconto è di TorinoOggi

La Questura di Torino procederà alla denuncia di alcune decine di antagonisti che in Val di Susa, nei pressi del cantiere di Chiomonte,

nella tarda serata di ieri, approfittando dell’oscurità, hanno inscenato una manifestazione in luogo non consentito allo scopo di superare le barriere appositamente predisposte.

I manifestanti hanno dato fuoco a materiale inifammabile e lanciando per alcuni minuti all’indirizzo delle forze dell’ordine presenti sul posto, ed in prossimità delle barriere stesse, oggetti contundenti, artifizi pirotecnici, razzi e bombe carta.

 

 

Degli 80 manifestanti che hanno partecipato alla manifestazione, tutti appartenenti all’area antagonista e provenienti, oltre che da Torino, da diverse parti d’Italia, 40,

tra cui in particolare il capo di Askatasuna, più volte denunciato per reati analoghi nonchè colpito da Avviso del Questore,

identificati dalla Digos della Questura di Torino, verranno deferiti alla competente autorità giudiziaria per i diversi reati consumati:

accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento nonchè per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

 

 

I reparti della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri impiegati nell’ambito del servizio predisposto dal Questore, allo scopo di disperdere i facinorosi hanno fatto efficacemente ricorso all’uso dell’idranti ed al lancio di alcuni lacrimogeni.

Nel pomeriggio, nel corso di un’iniziativa NoTav in Val di Susa, circa 80 aderenti al mondo antagonista hanno raggiunto il versante di Giaglione del cantiere di Chiomonte riuscendo,

con più azioni consecutive, a recidere, mediante l’utilizzo di un flessibile, parte della recinzione posta a protezione dell’area, formata da griglie metalliche e filo spinato.

 

 

I servizi predisposti dal Questore hanno efficacemente contrastato le reiterate provocazioni degli antagonisti facendoli desistere ed allontanare dal luogo.

Sono stati così evitati contatti con le Forze dell’Ordine e non si sono registrati feriti.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLancia un peso di 10 chili contro gli agenti per evitare l'arresto
Prossimo articoloRoma, è morto Giorgio Innocenzi, storico sindacalista della Polizia di Stato