L’Isis rivendica l’attacco nel resort di Manila con 36 morti

Attentatore fa irruzione nel casinò e brucia i tavoli da gioco. Il fumo uccide decine di persone

L’Isis rivendica l’attacco nel resort di Manila, costato la vita a 36 persone, questa volta attraverso l’agenzia ufficiale Amaq. Lo riporta il Site.

Diverse ambasciate straniere, tra cui quelle di Stati Uniti, Regno Unito e Australia, hanno avvertito i loro cittadini nelle Filippine esortandoli a esercitare la massima cautela, in seguito all’attacco di ieri sera. Lo riporta il sito del quotidiano filippino The Inquirer. L’ambasciata australiana, in particolare, ha parlato dell’ “alto rischio di attentati terroristici” nella capitale, anche per il protrarsi dei combattimenti con i militanti jihadisti a Marawi, nel sud del Paese.

L’attacco è scattato verso l’1:30 di notte (le 19:30 di ieri in Italia). Dal Resort World Manila (Rwm), un grande complesso che incorpora quattro alberghi, casinò, ristoranti, bar, discoteche, cinema e teatri a Newport City, di fronte al Ninoy Aquino International Airport, descritto come “il più grande resort integrato delle Filippine”,