Condividi

La nave Ocean Viking di Sos Mediterranee e Medici Senza Frontiere ha imbarcato altri 73 migranti da una piccola barca sovraffollata a 29 miglia dalle coste libiche. La notizia è stata diffusa dall’account Twitter di Sos Mediterranee. Ora sono 182 le persone a bordo della nave umanitaria che chiede con urgenza un porto di sbarco.

La nave umanitaria era tornata in mare lunedì, per riprendere la sua missione nel Mediterraneo centrale, dopo che i naufraghi salvati la scorsa settimana erano stati portati a Lampedusa e ridistribuiti in altri Paesi Ue. È la prima volta, dopo 14 mesi di governo LegaM5S, che ad un’imbarcazione delle ong viene assegnato un porto di sbarco dall’Italia. In un primo momento Ocean Viking aveva recuperato 48 migranti su una barca di legno che rischiava di affondare, al largo delle coste libiche. Tra le persone soccorse ci sono donne, bambini piccoli e anche un neonato. Successivamente la nave ha portato a termine il salvataggio di un gommone in pericolo, che trasportava 61 persone. Molti sopravvissuti sono stati curati dai medici di Msf perché avevano inalato del carburante.

Matteo Salvini ha commentato così la notizia del recupero dei 73 naufraghi: “Scommettiamo che anche in questo caso il ‘porto sicuro’ sarà in Italia? Dai sindaci e dai governatori della Lega arriverà un NO all’arrivo di un solo clandestino”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNorcia, registrate tre scosse di terremoto: è sciame sismico
Prossimo articoloScampia, va alla stazione dei Carabinieri per firmare e ruba un borsello

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.