L’idea dei pizzaioli: “1 euro per ogni pizza venduta andrà alla vedova del poliziotto ucciso”. Come partecipare

Una raccolta per la Famiglia di Pasquale Apicella, è questo il gesto di solidarietà che arriva da Napoli qualche giorno dopo la scomparsa del poliziotto. Aperta da giorni una raccolta fondi anche da parte dei colleghi di Pasquale. Tanto amore, aiuto e rispetto sta arrivando in questi giorni da tutte le parti d’Italia. E chiunque può contribuire.

Pasquale Apicella, è il poliziotto morto a 37 anni, a Napoli nella notte tra il 26 e il 27 Aprile, travolto dall’auto di alcuni rapinatori, nel tentativo di sventare un colpo ad un bancomat. Per l’evento delittuoso, sono indagati ora Igor Adzovic, 39 anni, Renato Adzovic, 22 anni, Fabricio Hadzovic, 40 anni, e Admir Hadzovic, 27 anni. Si tratta di quattro uomini di etnia Rom appartenenti al Campo di Giugliano, nel napoletano, e ritenuti responsabili di omicidio volontario, tentata rapina aggravata, tentato furto aggravato e ricettazione.

Pasquale aveva compiuto i suoi 37 anni lo scorso 13 Aprile. In Polizia dal 2014, un passato da militare, era sposato con la sua Giuliana, di qualche anno meno. Insieme avevano un bimbo di sei anni e uno di pochi mesi. Il più grande è da tempo in cura all’ospedale Bambino Gesù di Roma.

Un amore vero quello per il suo lavoro e per la strada. Per questo, una mano fratturata proprio in servizio, lo scorso Maggio 2019, non lo aveva certo fatto desistere da ricominciare appena possibile.

La proposta dei pizzaioli napoletani è quella di una raccolta fondi

Arriva dopo la raccolta già aperta dai colleghi e dove parleremo più avanti nell’articolo. Destinare un euro per ciascuna pizza venduta alla vedova dell’agente scelto Pasquale Apicella, è invece la proposta lanciata dal pizzaiolo Luciano Sorbillo insieme ai gruppi “La Piccola Napoli” e “Pizzaioli in giro per il Mondo”.

L’iniziativa partirà da lunedì 4 Maggio e continuerà fino all’11 Maggio. Le donazioni saranno versate su un conto corrente intestato alla vedova dell’agente.

I pizzaioli hanno preso questa decisione nonostante la grave crisi che affligge il settore pizzerie, bar e ristoranti a causa del lockdown per Coronavirus. Nonostante questo, da lunedì 4 maggio e alla settimana succesisva destineranno un euro per ciascuna pizza venduta alla famiglia del poliziotto.

Le donazioni, spiegano le associazioni interessate, saranno versate su un conto corrente intestato alla vedova di Apicella.

Nel frattempo i colleghi hanno organizzato una colletta per la famiglia

L’iniziativa, come spesso accade in questi casi, è stata avviata dai colleghi. In poche ore ha fatto il giro dei social.  Numerose persone infatti, attraverso le proprie bacheche, pagine facebook e instagram hanno riferito le indicazioni necessarie per dare un contributo a una famiglia

Per chi volesse aiutare, anche con un piccolo contributo, questo è l’IBAN del conto corrente a favore della famiglia del collega Pasquale Apicella, deceduto a Napoli in servizio in data 27.04.2020: IT43C0310439950000000823930. Beneficiaria: Giuliana Ghidotti Apicella (moglie del collega)“.

LEGGI ANCHE: Lino Apicella: poliziotto e padre che credeva nella giustizia
LEGGI ANCHE: Poliziotto ucciso: Lino si era già ferito in servizio, ma questo non lo aveva fermato
LEGGI ANCHE: Una rosa alla Polizia per Pasquale Apicella “Sei stato un uomo generoso, hai servito la Patria fino all’estremo sacrificio”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche