Condividi

Un uomo di 42 anni, assistente capo della Polizia di Stato ha ucciso nella notte la moglie di 33 anni e poi si è tolto la vita. L’arma usata per il delitto sarebbe, come spesso accade in questi casi, la pistola di ordinanza. L’uomo, secondo le prime informazioni sarebbe della Polizia Stradale (mentre altre fonti indicano come luogo di lavoro la Questura). Il pm di turno è il sostituto procuratore Giulia Bisello. La donna (che secondo le fonti risponderebbe alle iniziali A.B. e sarebbe originaria della Val di Susa) sarebbe stata uccisa nel sonno.

Le cause del gesto sono ancora da ricostruire, se ne stanno occupando i colleghi della squadra mobile. In casa c’erano anche le due figlie piccole, che sarebbero rimaste illese. La notizia è in aggiornamento (la foto è stata pubblicata dal sito radio rtm.it)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarabinieri, il Comandante parte subito con un blitz: è il Capitano Azzurra Ammirati, sguardo fiero e sorriso beffardo
Prossimo articoloIl sindaco ripara (gratis) la strada chiusa da 13 anni: denunciato