Condividi

Importante operazione di Carabinieri e Polizia Locale: sgomberato il campo rom con quasi tutti i residenti pregiudicati

L’operazione dei carabinieri della Compagnia di San Donato Milanese e dalla polizia locale

Quattordici persone di etnia rom sono state sgomberate da un ‘campo’ nomadi abusivo sorto negli ulitmi giorni attorno ad una cascina abbandonata in quel di Paosco, frazione di San Donato Milanese. Il blitz è stato eseguito nel pomeriggio di giovedì dai carabinieri della Compagnia di San Donato e dalla polizia locale.

Gli occupanti, molti dei quali di origine romena, sono sette uomini e altrettante donne, oltre ad alcuni bambini. La particolarità è che quasi tutti i residenti erano noti alle forze dell’ordine. Adesso sono stati denunciati per invasione di terreni o edifici. Con due roulote e diverse baracche – costruite con lamiere, legni, porte e teloni – avevano invaso la Cascina San Francesco.

L’operazione rientra in un’attività di prevenzione e contrasto alla criminalità e al degrado operata dalla Compagnia dei carabinieri guidati dal capitano Antonio Ruotolo. L’area è stata bonificata e messa in sicurezza: in particolare, destavano preoccupazione alcune stuffette artigianali con le quali gli occupanti si riscaldavano. Precarie anche le condizioni igenico-sanitarie delle ‘casette’.

Milano Today

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAmatrice, ecco le prime casette. Muffa e assenza di corrente elettrica: scoppia la polemica
Prossimo articoloRicordate i Power Ranger? Quello rosso ha confessato l'omicidio del coinquilino "a colpi di spada"