Napoli, corruzione e falsi incidenti: 22 arresti, anche dei giudici

Accuse per 22 persone: corruzione in atti giudiziari, è questo il risultato di una indagine della Guardia di Finanza di Torre Annunziata.

A far notizia è la presenza di ben tre giudici di pace nel registro degli indagati.

Assieme a loro, diversi avvocati e consulenti tecnici, tutti – secondo quanto racconta tgcom24 – implicati in contenziosi civili riguardanti incidenti stradali, in qualche circostanza falsi.

Le Fiamme gialle hanno inoltre avviato una serie di perquisizioni.

Gli inquirenti – scrive il quotidiano online – hanno portato alla luce 37 episodi di corruzione. Un sistema “oliato” in cui erano coinvolti una ventina di avvocati e diversi periti oltre ai tre giudici di pace.

“Gli inquirenti hanno accertato che gli avvocati di fatto dettavano le sentenze ai giudici di pace e stabilivano a chi dovesse essere riconosciuta la responsabilità di un incidente automobilistico.

Corruzione in atti giudiziari, corruzione semplice e favoreggiamento i reati contestati dalla Procura di Roma e dalla Procura di Torre Annunziata che hanno coordinato gli uomini della locale guardia di finanza.

Tra gli indagati anche alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine. Mazzette per 30mila euro sono state trovate nella abitazioni di un giudice di pace e di una sua collaboratrice nel corso delle perquisizioni.”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche