Condividi

Il chirurgo plastico dellʼospedale Meyer di Firenze a Tgcom24: “Rischi per il paziente ridotti al minimo”

“Grazie ai suoi molti campi di applicazione, questo risultato rappresenta un modo nuovo di vedere la chirurgia”.

Il Dott. Flavio Facchini, chirurgo plastico al Meyer di Firenze, commenta con entusiasmo il risultato dell’intervento che ha permesso ad un paziente 13 enne, malato di microtia bilaterale, di recuperare uno dei due padiglioni auricolari grazie al sostegno della stampa 3D.

È la prima operazione in Italia ad avvalersi di questa tecnologia, che, secondo il chirurgo intervenuto telefonicamente a Tgcom24, “riduce i rischi al minimo per il paziente, in quanto tutti i possibili errori vengono calcolati in laboratorio e minimizzati in sala operatoria”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGb, trovati 39 cadaveri all'interno di un camion, sarebbero migranti
Prossimo articoloConvince il fidanzato a uccidere l’ex e poi lo accusa: “Deve morire a calci in bocca”

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.