Orrore in Iraq, nella Mosul liberata una kamikaze si fa esplodere col bimbo in braccio

Almeno fino a quell’ultimo, estremo tentativo di azionare l’innesco: quando l’ordigno esplode, uccidendo lei, il piccolo che portava con sé e due soldati, oltre a ferire alcuni civili. Ed è di nuovo sangue e disperazione, sgomento e rabbia: certo non è la prima volta che una soldatessa dell’Isis si fa esplodere in strada; ma è di sicuro la prima volta che il martirio terroristico avviene con un bambino in braccio…

fonte: secolo d’italia