Condividi

Un ritrovamento insolito avvenuto lo scorso ottobre a Milano Malpensa ma di cui si è avuta notizia solo oggi, il servizio di controllo aeroportuale avrebbe individuato, fa sapere Il Giornale di Mantova “un cranio e ossa, 150 tra segmenti e frammenti”.

Il bagaglio era nella valigia di una 41enne cubana, proveniente da Cuba.

La donna è indagata dalla Procura di Busto Arsizio per distruzione, soppressione e sottrazione di cadavere.

La versione della 41enne al momento del fermo non corrisponde a quanto dimostrato dagli esami: lei parlò di resti di uno scimpanzé ma è stata provata la compatibilità con l’essere umano del cranio e delle ossa.

Restano da effettuare altre analisi per escludere completamente la possibilità di una compatibilità con lo scimpanzé.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl capo nazionale dei vigili del fuoco: "Oltraggioso il ricorso contro il risarcimento al pompiere morto"
Prossimo articoloAllarme dalla Libia: “terroristi siriani stanno arrivando in Italia”. Anche gli Usa ora lanciano l'allarme

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.