Condividi

Padova. Un giovane denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale e maltrattamenti di animali, è questo il risultato delle pessime azioni commesse da un giovane minorenne, 17 anni, nella mattina di ieri.

Il ragazzo, beccato dai Carabinieri a Tribano, era sdtato notato dagli stessi durante un servizio di controllo del territorio. Il giovane è stato notato mentre gettava un sacco nero in nylon lingo la Provinciale 45. Gesto ripetuto poco dopo.

Con non poco stupore, recuperati i sacchi, i Carabinieri hanno scoperto all’interno di essi, alcuni cuccioli di gatto. Uno nel primo ed altri quattro nel secondo

 

Il ragazzino era già noto alle forze dell’ordine. Quando i Carabinieri lo hanno rincorso, per fermarlo, qesto avrebbe iniziato ad urlare ed insultare i militari. I Carabinieri hanno recuperato la mamma dei gattini in casa del ragazzo e permesso ai piccoli di essere sfamati

Non è purtroppo il primo, nè sarà l’ultimo caso di questo genere.

Solo pochi giorni fa altrettanto bene non è andata ad altri quattro micetti ritrovati all’interno di un sacchetto, gettati in un cassonetto come spazzatura. E’ successo a Pistoia. Probabilmente, perchè non attirassero l’attenzione di qualche passante, sono stati anche percossi per impedire loro qualsiasi lamento

Quando una volontaria ENPA è stata chiamata in intervento, i gatti erano in ipotermia già da ore e non respiravano quasi più. Solo uno sembrava essersi salvato ma nonostante tutte le cure e l’amore del caso, poche ore dopo ha esalato l’ultimo respiro. Ci si domanda come sia possibile che nel 2019 si debba ancora assistere a queste scene

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteUn poliziotto fuori servizio ha salvato una donna da una morte tremenda
Prossimo articoloDue episodi inquietanti in poche ore: incendiate le auto di un Carabiniere e un giornalista

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.