Condividi

Ha insultato il vigile ‘colpevole’ di aver multato la sua auto, per questo una donna è stata condannata al risarcimento. L’uomo della Polizia Locale ha elevato la multa contestandole il parcheggio su posto per disabili. La donna, non contenta del proprio iniziale comportamento (parcheggiare su posto disabili e rampe è davvero riprovevole), si è avventata verbalmente sull’agente ed in seguito a questo gesto è stata condannata a pagare 600 euro

L’episodio si è verificato a Palermo. La giovane, avendo visto che l’ispettore, nell’esercizio delle sue funzioni, procedeva alla compilazione del verbale, ha iniziato a insultarlo. Adesso il procedimento penale a suo carico si è concluso con la condanna al risarcimento di 600 euro nei confronti del Comune e del vigile. Quest’ultimo ha devoluto la somma di sua competenza in beneficenza alla propria parrocchia.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Se potessi vi abbraccerei a uno a uno, tornerò più forte di prima", l'audiomessaggio di Bortuzzo
Prossimo articoloLa Polizia Penitenziaria piange Francesco Culcasi, il saluto dei colleghi sul web: "lo ricorderemo. Una famiglia, quella della Polizia Penitenziaria"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.