Palermo, ricattata e costretta alla violenza sessuale: arrestati tre diciannovenni

I carabinieri hanno arrestato tre palermitani di 19 anni accusati di violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 15 anni.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi. dai sostituti Giorgia Righi e Sergio Mistritta. La giovanissima vittima sarebbe stata costretta ad avere rapporti prima in un parcheggio nella zona di Corso Calatafimi poi tra i viali dell’ex manicomio di via Gaetano La Loggia.

LA RICOSTRUZIONE DEGLI EVENTI

Secondo quanto ricostruito dai militari la giovane studentessa conosce uno dei suoi aguzzini a scuola. Si fidanza con lui. Il giovane le chiede una foto. Lei accetta e invia lo scatto. Da questo momento comincia una serie di ricatti finita in una chat che è stata acquisita dagli investigatori.

La minaccia fino a quando la ragazzina lo scorso novembre non acconsente ad avere un rapporto sessuale in macchina in corso Calatafimi. L’incubo, però, non è finito. L’ex fidanzato chiama altri due amici che violentano la ragazzina tra i viali dell’ex manicomio.

Qui i tre diciannovenni approfittano della minorenne. Infine la denuncia, vagliata dai pubblici ministeri del gruppo che si occupa dei reati che colpiscono le fasce deboli, e l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche