Villaggio, il ricordo dell’amico Banfi: «Ora l’avventura comincia ad essere dura anche per me»

Sempre su Twitter Ezio Greggio posta: «Che brutto svegliarsi e scoprire che non c’è più Villaggio, una delle persone più argute, ironiche, spiazzanti che abbia conosciuto». Lo ricorda anche Maria Sole Tognazzi : «Dio che dolore fortissimo. Buon viaggio Paolo ed ora corri da lui ti prego…», riferendosi al padre Ugo di cui Villaggio era molto amico. Un ultimo saluto anche da Massimo Boldi che ha twittato: «Ciao #paolovillaggio Fratellone mio».

E poi l’addio della sua amata Sampdoria di cui Villaggio si dichiarava tifoso sin dalla nascita. «Arte, emozioni, ricordi, amicizia, risate, lavoro: queste sono le cose importanti della vita. Ciao Paolo #Villaggio» scrive su Twitter il presidente dei blucerchiati, Massimo Ferrero. In mezzo ai tanti volti famosi, un’onda di messaggi di gente comune che oggi perde un pezzetto della propria storia. «Questa cosa che è morto Paolo Villaggio “è una cagata pazzesca”» scrive Selvaggia Lucarelli citando la famosa scena della Corazzata Potëmkin. E come darle torto.

messaggero