Condividi

“Immaginati di scrivere una breve lettera a una persona che conosci bene per raccontargli qualche cosa che ti preoccupa”.

Bari – A chi, durante gli anni dell’infanzia, a scuola, non è stato chiesto di scrivere un testo a piacere? Ogni ragazzo da bimbo, ha scritto i temi più disparati: dalla fantasia ai testi letti con i compagni e con gli amici; dalle vacanze ai sogni e le speranze fino a quando, un po’ più grandicelli, si passa all’attualità e alla storia.
Eppure, c’è un argomento in particolare in grado di stimolare come non mai la fantasia dei bambini l’orgoglio dei genitori: la famiglia. La mamma, il papà. Da sempre tra le prime parole che i figli pronunciano, quelle parole magica che ti danno la certezza di essere salvo, di avere una terra solida a cui aggrapparti con il mare è in tempesta.

La bella storia che andiamo a raccontare è proprio una di quelle in grado di lasciare chiunque senza parole, anche un papà particolare con i gradi militari e il basco verde, un Maresciallo aiutante della Guardia di Finanza specializzato in ATPI (Anti terrorismo pronto impiego) in servizio a Bari.

 

Un ruolo particolare e delicato il suo: “Il mio lavoro? La strada. Noi Baschi Verdi siamo un po’ i “poliziotti” della Guardia di Finanza. E’ una cosa di cui sono fiero – ha spiegato il Maresciallo a sostenitori.info – noi facciamo Controllo del territorio: anticrimine, ordine pubblico, servizi di “Alto impatto” in luoghi ad alta criminalità. Lavoriamo nei CARA (Centri di accoglienza per richiedenti asilo), nei CPR (Centri di Permanenza per i Rimpatri) e svolgiamo servizi antidroga”

Ed è così che nasce l’idea di suo figlio Alessandro che frequenta la 4^ di una scuola elementare di Barletta, per il tema assegnato dall’insegnante, parlerà della sua ammirazione per il padre ed il ruolo che svolge, non senza quel pizzico di preoccupazione:

“Caro papà, sono preoccupato per quando andrai in viaggio per lavoro. Potrei perderti per sempre! Comunque ricordati di scrivermi ogni tanto. Ora che te l’ho detto mi sento più libero. Ricordati che io sarò sempre nel tuo cuore e ti amerò per sempre. Torna presto e salvo, dal tuo Alessandro”

Una breve ma vera ‘dichiarazione d’amore’ dunque, quella del piccolo Alessandro al suo eroe con la divisa: un basco verde della Guardia di Finanza!

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRimase gravemente ferito mentre inseguiva un ladro: la morte di Francesco è senza colpevoli
Prossimo articoloTelefono alla guida: la multa non deve essere immediata e può arrivare anche dopo

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.