Condividi

Esiste un virus comune ma che in molti ignorano che quando colpisce le donne in stato di gravidanza può mettere a rischio la salute del bambino.
Una famiglia di Troy lo ha scoperto a sue spese e ora sta conducendo una campagna di sensibilizzazione per evitare che l’esperienza si ripeta per altri. I loro gemelli di due anni e mezzo, Sophie e Lincoln Catts, sono attivi, curiosi e molto felice. Ma c’è una netta differenza sul loro modo di comunicare: Lincoln parla, Sophie si esprime nella lingua dei segni.

All’inizio della gravidanza, mamma Michelle Catts è stata esposta Citomegalovirus (CMV), un virus molto comune appartenente alla famiglia degli herpes virus che si presenta il più delle volte in forma asintomatica e non replicabile.
Tuttavia, quando una donna incinta contrae il CMV c’è una bassa probabilità che il virus contagi il feto, ma se accade può avere conseguenze potenzialmente devastanti.

“I gemelli sono nati con il virus che causa problemi allo sviluppo del cervello e al sistema nervoso. E a volte colpisce anche gli altri organi”, ha spiegato il Dr. Kevin Albert, un pediatra.

Mentre Lincoln è sfuggito ai problemi, Sophie, ha ripetutamente fallito il suo test uditivo neonatale. Solo così i medici hanno eseguito gli screening necessari per il CMV e sono riusciti a fare una diagnosi precoce e iniziare un trattamento con farmaci anti-virali
“Se non fosse stata curata in tempo avrebbe perso totalmente l’udito, la vista e avrebbe riportato altri deficit”, ha spiegato il padre Daniel Catts.

IL MESSAGGERO / foto Messaggero
10 Dicembre 2015

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteI giudici salvano Penati
Prossimo articoloIl figlio muore a 20 anni ma non si rassegna: manda sms e un giorno riceve una risposta