Condividi

Patrizia Pauletto, aveva 53 anni, i funerali oggi a Costigliole Saluzzo. A riportare la notizia è La Stampa

È morta Patrizia Pauletto, ispettore superiore della polizia in servizio a Cuneo. Aveva 53 anni. È stata stroncata da un tumore. Viveva a Costigliole Saluzzo.

Il ricordo dei familiari: «Aveva una curiosità insaziabile della vita: lettrice appassionata, studiosa di filosofia e antropologia, amante dei viaggi.

Si era laureata in Psicologia a Padova e ha avuto una vita intensa e appagante, forte di valori come un’etica rara, l’idealismo, la correttezza.

È stata assistita in queste due mesi con un’empatia fuori dal comune nell’ospedale di Savigliano e ringraziamo di cuore tutti i medici e infermieri che Patrizia ha conosciuto in questo momento di profondo smarrimento».

I colleghi la ricordano per la grande professionalità e umanità: «Fino a marzo aveva lavorato insieme a noi».

Ancora: «Lascia un vuoto incolmabile tra tutti i colleghi, dopo 30 anni di questo lavoro. La sua grande passione era la Digos, dove ha lavorato per la maggior parte della carriera.

Era stata impegnata anche all’ufficio Immigrazione e, nell’ultimo periodo, era passata alla Divisone anticrimine, oltre a essere un’apprezzata sindacalista. Svolgeva il suo lavoro con entusiasmo, come una vocazione».

Lascia la madre Iolanda e la sorella Donatella. I funerali venerdì nella parrocchia di Costigliole Saluzzo. 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa zucchina: ideale per perdere peso e abbattere il gonfiore
Prossimo articoloSpacca il setto nasale a un poliziotto e ne ferisce altri quattro. L'ira degli agenti: "ogni giorno aggressioni, non se ne può più"