Paura nei cieli italiani: si alzano in volo i caccia eurofighter

Nuovo scramble (il termine militare che definisce l’atto di far decollare un caccia intercettore per intercettare e identificare un aereo sconosciuto) per i caccia dell’Aeronautica Militare, già intervenuti ieri sera per intercettare un volo Easyjet che aveva interrotto le comunicazioni radio.

Questa volta a far scattare l’allarme nella tarda mattinata è stato un Boeing 737 della compagnia Transavia – in volo da Kos, in Grecia, ad Amsterdam, in Olanda – che sui cieli italiani ha avuto una temporanea interruzione del contatto radio con gli enti del controllo del traffico aereo.

Immediatamente sono decollati – su ordine del Caoc, l’ente della Nato responsabile per la sorveglianza dell’area – due Eurofighter del 51/esimo stormo di Istrana, sempre pronti per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo italiano.

 

Nuovo

 

Appena intercettato l’aereo e accertato che non vi fossero situazioni d’emergenza, i due caccia sono rientrati mentre il volo Transavia, dopo aver ristabilito i contatti radio, ha proseguito per la rotta stabilita.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche