Condividi

Non tollerava più le critiche al suo taglio di capelli: da quando era andato dal barbiere gli amici lo schernivano dicendo che somigliava a un carcerato. Una critica insopportabile per il 28enne Pavel Luzyanin che, in un impeto di follia e fomentato dai litri di alcol che era solito trangugiare, ha ucciso il suo parrucchiere Dany-Dastan Adkhamov, 24 anni.

La tragedia è avvenuta domenica nella città di Troitsk, in Russia: come mostrano le immagini registrare da una telecamera di sicurezza, il killer ha trascinato Dany in strada e lo ha colpito tre volte al petto con uno spiedo da barbecue. Poi, vedendo che non era ancora morto, è tornato indietro per infliggergli un ultimo colpo fatale al collo sotto gli occhi di alcuni passanti che non hanno fatto nulla per fermarlo. L’uomo è rimasto a terra ed è morto prima dell’arrivo dell’ambulanza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSalerno, bimba nasce morta, l'ira del padre: sfascia l'ospedale e riempie di botte il medico
Prossimo articoloRinghiere e frontalini balcone: chi paga