Condividi

SOS1307416Pesaro, 19 settembre 2013 – Il gup di Pesaro Maurizio Di Palma ha accolto l’istanza dell’avv. Gianluca Sposito per la modifica della misura cautelare attualmente applicata a don Giangiacomo Ruggeri, l’ex portavoce del vescovo di Fano indagato per aver compiuto atti sessuali su una sua parrocchiana di 13 anni, stabilendo il solo divieto di dimora a Orciano e di avvicinamento alla persona offesa.

Il sacerdote, che aveva l’obbligo di dimora a Perugia, dove lavorava nella Biblioteca della Diocesi, può quindi tornare a casa.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePerquisizione gdf in sedi Equitalia
Prossimo articoloAuto sotto tir, un morto e 4 feriti