Condividi

PENSIONI, PUÒ ESSERCI UN TAGLIO DEL 50%: ECCO IN QUALI CASI

In alcuni casi, gli importi degli assegni di reversibilità erogati ai superstiti possono subire cospicui tagli, a seconda del reddito di cui dispone il beneficiario del trattamento previdenziale.

Le pensioni di reversibilità erogate ai parenti superstiti in alcuni casi possono subire dei tagli. Come prescrive la normativa di riferimento, infatti, qualora il reddito dei beneficiari superi determinate soglie gli importi degli assegni di reversibilità possono essere ridotti. Per legge, la pensione di reversibilità viene erogata per l’intero ammontare solo nel caso in cui il titolare della prestazione previdenziali disponga di un reddito non superiore a tre volte l’assegno minimo dell’Inps, che per l’anno 2017 corrisponde a 19.573,71 euro.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBuono nido 1.000 euro Inps: normativa, requisiti e come fare domanda
Prossimo articoloComo, la strage dei bambini: padre incendia la casa e uccide i 4 figli