Pensioni senza tasse, boom di pensionati italiani che emigrano in Portogallo

Il Portogallo è il paradiso dei pensionati italiani. Ambìto come luogo di vacanza dagli over 65, scelto anche per trascorrere lunghi periodi e godersi la vita.

Chi decide di trasferire a Lisbona e dintorni la “residenza non abituale” viene esentato dal pagamento delle tasse sulla pensione per 10 anni. Ecco perchè in quel paese le 1.914 pensioni pagate dall’Inps nel 2018 valgono in media 2.545 euro al mese.

IL SISTEMA DI TASSAZIONE

Secondo quanto stabilito dagli accordi bilaterali tra Italia e Portogallo sin dal 2009, chi prende la residenza nello Stato portoghese avrà la pensione lorda senza subire tassazioni sul loro assegno mensile per ben 10 anni. In questo regime fiscale è stata introdotta la figura del “Residente non abituale”, che consente ai pensionati di poter beneficiare di questa esenzione d’imposta.

I REQUISITI

Per essere residente non abituale occorre vivere in Portogallo minimo sei mesi più un giorno ogni anno, ma occorre anche non essere stato tassato come residente fiscale in Portogallo nei 5 anni precedenti la richiesta dello status e inoltrare una richiesta presso l’Agenzia delle Entrate portoghese.



Potrebbero interessarti anche