Carabinieri arrestati a Piacenza, il nuovo comandante: “ora guadagnare la fiducia dei cittadini”

“Il mio obiettivo personale è quello di guadagnare la fiducia, che si guadagna giorno per giorno, non guarderò le statistiche degli arresti”.

Sono le affermazioni del nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Piacenza, colonnello Paolo Abrate, giunto nella cittadina nelle scorse ore dopo la rimozione dei vertici in seguito allo scandalo della stazione Levante.

Assieme al Colonnello Paolo Abrate, il collega colonnello Alfredo Beveroni comandante del reparto operativo e il maggiore Lorenzo Provenzano, a capo del nucleo investigativo.

LEGGI ANCHE:  arrivato a Piacenza il nuovo comandante dell’Arma

“Ho cominciato ieri andando a presentarmi a tutte le varie autorità e istituzioni di Piacenza, dal sindaco, dall’autorità giudiziaria – spiega il nuovo Comandante – Credo che lo Stato sia composto da varie parti e tutte collaborano per il raggiungimento di un fine, nessuno da solo puo’ ottenere un risultato.

“Non sono uno che guarda alla statistica, non e’ quello. Ma al verificarsi dell’evento chiederò un intervento adeguato e veramente rispondente al quadro giuridico di riferimento”, ha assicurato il nuovo comandante, rispondendo alla domanda se con il nuovo corso ci sarà meno importanza ai numeri degli arresti, uno dei temi al centro dell’inchiesta Odysseus.

“Ciò che chiederò ai miei carabinieri – spiega ancora l’alto ufficiale – è il massimo impegno e la massima aderenza al dettato normativo finalizzato all’attivita’ preventiva e repressiva. Tutti quelli che devono essere arrestati vanno arrestati perché sono persone che minacciano la collettività”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche