Piano vaccini: prima anziani, operatori sanitari e forze dell’ordine

I primi a ricevere il vaccino saranno i lavoratori della sanità. E poi le persone a rischio, per età o perché colpite da certe patologie, e le forze dell’ordine”.

Lo afferma il consulente del ministero della Salute Walter Ricciardi che in una intervista a Repubblica traccia la strategia per immunizzare il paese dopo l’annuncio dell’accordo con AstraZeneca per la produzione dl vaccino.

l vaccino di AstraZeneca, spiega Walter Ricciardi, è quello “in fase di sperimentazione più avanzata, cioè nella 2.

Lo stanno provando su 10mila volontari. Rispetto agli altri gruppi che lavorano sullo stesso obiettivo hanno almeno sei mesi di vantaggio”. Quanto ai tempi sottolinea: “Anche se in questo momento nessuno può dire al 100 per cento che arriveranno in fondo, se lo faranno potremo avere le prime dosi alla fine di quest’anno”.

LEGGI ANCHE: L’Italia firma accordo per il vaccino contro il Covid per tutta l’Europa

Nel piano per immunizzare il paese, spiega Walter Ricciardi, prima toccherà “al personale sanitario, alle categorie a rischio, per età o patologie, e a militari e forze dell’ordine.

Poi piano piano toccherà agli altri. Andranno organizzati servizi sanitari, centri vaccinali e medici di famiglia, per coprire più rapidamente possibile la popolazione”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche