A Brescia anche i nomadi insieme ai centri sociali. E “guidano” la piazza antifascista

A Brescia anche i nomadi insieme ai centri sociali. E “guidano” la piazza antifascista

Nel sabato dei cortei antifascisti anche Brescia ha voluto fare la sua parte. Alla testa dei manifestanti c’erano soltanto sinti. a riportarlo è il giornale in un articolo Franco Grilli.

Brescia. Avrebbero cantato “prendi questa mano, zingara” sfilando per le vie del centro cittadino

“Noi siamo gente che lavora se ne date la possibilità”

Come riporta il Giornale, a Brescia negli ultimi giorni si sono verificati diversi episodi di violenza.

Dalle bombe carta contro le strutture che ospitano i migranti ad inizio Febbraio alle auto bruciate nel campo nomadi di via Orzinuovi fino all’incendio del Centro Sociale Magazzino 47.

 

 

Dei topi di fogna si sono introdotti nel centro sociale e hanno appiccato un incendio alla libreria – hanno raccontato al Fatto alcuni antagonisti – la finestra forzata, gli evidenti segni di effrazione e un intenso odore di benzina non lasciano dubbi. Per fortuna il nostro compagno che era dentro sta bene”.

Durante la manifestazione di ieri però, al contrario di altre città d’Italia, non ci sono stati scontri.

Oltre alle centinaia di sinti, che “guidavano” la testa della manifestazione, hanno sfilato anche i centri sociali e gli immigrati.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche