Un poliziotto pestato: piede rotto. Un’altra pattuglia aggredita e costretta ad usare lo spray

Lo spacciatore si ribella all’arresto e un poliziotto è rimasto gravemente ferito.

Venezia – Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un trentenne di origine nigeriana, che prima è stato scoperto mentre cedeva la droga e poi ha reagito brutalmente rompendo un piede ad un poliziotto.

A Conegliano (Treviso) invece, nel corso di un controllo di routine invece, gli agenti di una pattuglia si sono visti costretti ad usare lo spray al peperoncino. Protagonista un trentenne della zona, già noto per alcuni reati. Durante un regolare controllo antidroga in zona stazione, l’uomo ha opposto resistenza.

LEGGI ANCHE: “Dateci il Taser: è uno strumento di difesa e non di offesa”

 

Il trentenne è stato denunciato in seguito ad una reazione violenta dovuta al controllo di documenti di un altro presente non regolare sul territorio nazionale.

L’uomo ha reagito inizialmente con insulti per poi scagliarsi violentemente contro gli agenti. Per lui è scattato l’arresto con accuse di lesioni e resistenza.

LEGGI ANCHE: “Dateci il Taser: è uno strumento di difesa e non di offesa”