Condividi

Picchia gli agenti dopo avergli offerto droga, nei guai un richiedente asilo

Padova – Era un richiedente asilo ospitato nella comunità di Bagnoli un quarantenne del Gambia arrestato nelle scorse ore nel padovano.

Era arrivato in Italia e aveva chiesto protezione. Mentre sul profilo Facebook mostrava una vita dignitosa, ometteva ovviamente da che lato arrivassero gli introiti: stando a quanto scoperto dagli uomini della squadra mobile, dallo spaccio.

E’ stato trovato in possesso di droga dagli agenti della polizia di Stato, ma non solo: presentatisi questi in abiti civili, l’africano avrebbe tentato di vender loro qualche cose. Alla contestazione del reato, è scattata la violenza.

L’episodio si è verificato nel pomeriggio di Mercoledì, quando la Polizia, come consuetudine, stava svolgendo in abiti civili un servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti. 

E così, gli agenti sono stati avvicinati dallo spacciatore che ha offerto loro 5 grammi di erba a 50 euro. A quel punto gli agenti si sono qualificati e l’uomo è ‘esploso’ in violenze: calci, pugni, spintoni, grida, tanto da dover richiedere l’ausilio di altre pattuglie per poterlo calmare e arrestare.

A quel punto, al richiedente è stata contestata anche la resistenza. L’uomo ha passato la notte in cella di sicurezza arresto convalidato e poi, come spiega il Gazzettino, rilasciato con obbligo di firma.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGiornalista ferito dalla durante gli scontri con gli antagonisti, il Questore di Genova si scusa. La ricostruzione
Prossimo articoloMilano, bimbo ucciso a due anni "Sui piedi ustioni e bruciature fatte con un accendino"