Condividi

penitenziaria4

TRENTO. Aveva ottenuto l’affidamento in prova presso una comunità trentina, dove si occupava di accudire gli animali. Ma la sua indole violenta lo aveva portato a compiere atti di crudeltà nei confronti della bestie di cui avrebbe dovuto prendersi cura. E così, i vertici della Comunità avevano richiesto la revoca dell’affidamento, ma lui – quarantenne dell’ex Jugoslavia – capito che non tirava buona aria, s’era allontanato e aveva fatto perdere le sue tracce, fuggendo in Germania. Ma la sua libertà è durata fino a giovedì scorso quando gli agenti della Polizia Penitenziaria di Trento lo hanno notato alla stazione ferroviaria e, dopo averlo identificato, lo hanno arrestato.

trentinocorrierealpi
5 Aprile 2016

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa Spezia, chiede del complice alla Polizia. Riconosciuto e denunciato
Prossimo articoloSpara ad un uomo: arrestato un 79enne