Condividi

Migranti accampati sul Roja picchiano eritreo poi prendono a sassate i Carabinieri intervenuti

Un eritreo di 33 anni è stato picchiato ieri sera da un gruppo di migranti accampati sul greto del fiume Roja.

Lo riporta il sito dell’emittente ligure Primocanale, che spiega

“Gli stessi hanno poi lanciato pietre contro i carabinieri in servizio d’ordine nel quartiere delle Gianchette, a Ventimglia, intervenuti per bloccare l’aggressione.

È accaduto intorno alle 22, quando i militari hanno visto il pestaggio: una decina di stranieri stava picchiando un migrante.

I militari sono accorsi sul greto del fiume, accolti da una sassaiola.

 

 

Poi gli stranieri sono fuggiti. Sul posto sono intervenuti anche i poliziotti del commissariato a sostenere i militari.

Secondo quanto riferito da un mediatore culturale, l’eritreo sarebbe stato picchiato aveva rubato un telefono nella tenda occupata da migranti di altra etnia.

Nella tendopoli abusiva sul greto del fiume vivono oltre 200 persone”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteEsulta per la morte del macellaio nell'attentato: vegana condannata andrà in carcere
Prossimo articoloTerrorismo, metro di Roma nel mirino: "progettarono attentato alla fermata Laurentina"