Pioggia di missili su basi militari Usa. Iran: “È iniziata la feroce vendetta”. Trump: “Valutiamo vittime e danni”

“La feroce vendetta della Guardia Rivoluzionaria è iniziata”. Lo afferma la stessa Guardia Rivoluzionaria in una nota. Il riferimento è alla morte del generale Qassem Soleimani e agli attacchi di questa notte alle caserme in Iraq dove si trovano in servizio soldati americani e, non ultimi, gli italiani

Nell’attacco missilistico dell’Iran contro la base americana di al-Asad in Iraq, spiega il mattino, sarebbero rimasti colpiti alcuni iracheni. Lo riporta la Cnn citando fonti della sicurezza di Baghdad e spiegando che non si hanno conferme al momento se si tratti solo di feriti o di morti.

Nel frattempp i caccia militari americani partiti da una base Usa negli Emirati Arabi avrebbero sorvolato i cieli della Siria nell’area di Deir Ezzor, ad est del Paese.

Le Guardie Rivoluzionarie Iraniane, sul loro canale Telegram, minacciano di attaccare direttamente l’America sul proprio territorio se Washington colpirà l’Iran in risposta agli attacchi sferrati stanotte contro le basi americane in Iraq.

Intanto a Washington si è riunito il consiglio per la sicurezza nazionale alla presenza del segretario di Stato Mike Pompeo e del numero uno del Pentagono Mark Esper.