Condividi

polizia 4Arrestati due pusher cinesi

Prato, 6 luglio 2014 – Ieri mattina, alle ore 09.20 circa, un equipaggio delle Volanti è stato inviato presso uno stabile condominiale di via Puccini, ove si riferiva della presenza di alcuni orientali abusivamente dimoranti in due dei garage sotterranei del palazzo, con tanto di allestimento di letti e angolo cottura con cucine di fortuna.
Sul posto gli Operatori della Polizia di Stato hanno provveduto a formalmente identificare i due occupanti del primo garage, risultati essere un diciannovenne cinese clandestino sul T.N. e un ventunenne cinese titolare di permesso di soggiorno, per poi gli Agenti effettuare un attento controllo del luogo notando, poggiato su un comodino, un dosatore di plastica trasparente contenente una consistente quantità di finissimi cristalli sospetti, che successive analisi di laboratorio permetteranno di confermare trattarsi di sostanza stupefacente di tipo ecstasy per complessivi Kg. 1,690.
La prosecuzione della verifica del garage ha consentito inoltre di sequestrare anche tre lunghi tubi di plastica, chiusi con nastro adesivo per pacchi, contenenti complessivamente sostanza da taglio per stupefacente pari a complessivi Kg. 4,282.
La verifica del secondo garage, attiguo al precedente, non portava al rinvenimento di altro stupefacente, con i suoi due occupanti orientali, un trentottenne cinese e un cinquantunenne cinese, clandestini sul T.N., che sono stati condotti in Questura, denunciati in stato di libertà per il solo reato di violazione di domicilio viepiù messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per i necessari approfondimenti sulla loro posizione giuridica in Italia, mentre i due cinesi identificati nel primo garage, il diciannovenne e il ventunenne, sono stati definitivamente tratti in arresto nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso nonchè violazione di domicilio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Era colpa mia". Dolore e rinascita delle vittime dei sacerdoti pedofili
Prossimo articoloNapolitano: «L'Italia è finita se i giovani non trovano lavoro»