Condividi

L’omicidio è avvenuto nel pieno centro di Kiev: Voronenkov, 45 anni, si era trasferito in Ucraina con la moglie. Possibile regolamento di conti o movente amoroso

Oggi a Kiev si è consumato un efferato omicidio per strada, in pieno centro. La vittima è Denis Voronenkov, 45enne ex deputato della Duma di Stato russa, fuggito in Ucraina dopo aver criticato Vladimir Putin in televisione, ma anche in seguito a un’incriminazione per frode in Russia.

Una violenza da far west: nella sparatoria i proiettili hanno colpito non soltanto Voronenkov, ma anche la sua guardia del corpo e lo stesso killer.

Le prime immagini sul luogo dell’assassinio, diffuse su Internet e attraverso i social, sono agghiaccianti: mostrano tre corpi a terra, la polizia che scende dalla volante e una voce in sottofondo che dice in russo (non in ucraino): “Ma insomma uno è ancora vivo, dove seno i soccorsi”.

E poi ancora: “C’è un altro vivo, si muove ancora”. Quest’ultimo sarebbe il killer che morirà poi in ospedale, mentre a sopravvivere sarebbe stata la guardia del corpo di Voronenkov. Il corpo della vittima invece giace immobile, supino. Una grossa chiazza rossa sul collo fa già capire che le ferite per l’ex deputato dei comunisti russi sono mortali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl poliziotto eroe, la professoressa e il turista in viaggio di nozze: ecco le vite spezzate dalla follia islamica
Prossimo articoloSuicida in carcere l'uxoricida Vittorio Vincenzi. Aveva ucciso la sua giovane compagna Elizabeth