Condividi

Numerose come sempre le aggressioni agli agenti della Polizia Penitenziaria in tutta italia e come sempre taciute dai media generalisti. Venerdì sera verso le 22-22.30 – ci racconta FrosinoneToday -un detenuto del carcere di Cassino, un italiano di origine campane, con problemi psichiatrici, è andato in escandescenza, era uscito per recarsi in infermeria, e senza alcuna motivazione ha aggredito il personale che era in servizio in sezione. L’assistente Capo è stato portato con ambulanza in ospedale a Cassino. Attualmente, da quanto si apprende, è ancora ricoverato.

Leggi anche:  Omicidio Loris, Veronica Panarello incontra il marito in carcere.

Nella giornata di ieri, a Catania, un detenuto extracomunitario avrebbe invece aggredito con un pugno in faccia il poliziotto che tentava di spiegare che oggi fosse impossibile assicurargli la concessione dell’Attività trattamentale denominata “Campo Sportivo”. E’ successo alla Casa di Reclusione di Augusta. A rendere noto quanto accaduto nel penitenziario megarese è stato il sindacato Sappe.

Solo due giorni prima l’organizzazione OSAPP aveva invece denunciato un’aggressione a pugni nel carcere Brissogne, nella sezione A2 a regime di sorveglianza dinamica, da parte di un detenuto di origini extracomunitarie, già noto per aggressione al personale nel carcere di Biella, ai danni di agente di polizia penitenziaria

Leggi anche:  Beccato a spacciare, gambiano aggredisce i poliziotti

Insomma, non si placa la violenza all’interno delle carceri, ai danni degli agenti, sempre sottoposti alla massima attenzione da parte dei media e di parte dell’opinione pubblica in caso di eccessi, mai presi in considerazione invece quando vittime di brutali aggressioni come queste. Una vergogna

Articolo precedenteIl Maresciallo Capo Ivo Belculfiné è il nuovo Comandante della Stazione Carabinieri di Cirò Superiore
Prossimo articoloGenova, ambulanti abusivi circondano e aggrediscono gli agenti della Polizia locale durante un servizio antiabusivismo

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.