Condividi

Entrambi i palestinesi sono stati uccisi dal gruppo di agenti israeliani cche avevano subito l’assalto. Il comandante della polizia di Gerusalemme Yoram Ha-Levy, citato dai media, dopo aver osservato che l’attentato «è avvenuto nel terzo venerdì del Ramadan», ha aggiunto che adesso dovrà essere «riesaminata la politica relativa alle preghiere del Ramadan (nella Spianata delle Moschee, ndr) e se sia opportuno o meno che arrivino tante persone (dalla Cisgiordania, ndr).

È possibile che ci siano serie conseguenze sul Ramadan che – ha ggiunto – finisce solo tra 10 giorni. Fra gli attentatori c’era chi aveva permessi in regola e chi no». I tre palestinesi, secondo le informazioni date dalla polizia, avevano 18, 19 e 30 anni: i primi due sono originari della zona di Ramallah e il terzo di Hebron, tutti in Cisgiordania. Negli ultimi 18 mesi la Città Vecchia, e in particolare la Porta di Damasco, è stata teatro di numerosi attacchi da parte palestinese e in un caso da parte di un cittadino di nazionalità giordana.

Messaggero

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTel Aviv. Terroristi palestinesi aggrediscono una poliziotta israeliana. Tre morti
Prossimo articoloCompra verdura al supermercato, quando arriva a casa la scoperta disgustosa