Coronavirus, poliziotta muore tra le braccia del marito fuori dalla porta dell’ospedale: “nessuno la visitava”

Era andata in ospedale perché stava male a causa del coronavirus, ma muore tra le braccia del marito proprio davanti al nosocomio.

Raquel Monteiro de Albuquerque, 48 anni, era una poliziotta e si era ammalata di covid, ma non è riuscita nemmeno a varcare la soglia a dell’ospedale Dom Zico di Belem, capitale dello Stato amazzonico di Parà, nel Nord del Brasile.

Raquel aveva la febbre alta così ha deciso di andare in ospedale, temendo di aver contratto il coronavirus.

La donna avrebbe visto diversi pronto soccorso di alcune strutture private, ma nessuna è riuscita a fare nulla per lei.

Lamentava febbre, tosse e difficoltà respiratoria, ma nessun ospedale ha potuto ospitarla perché non avevano posti letto.

Alla fine, mentre si recava in un altro ospedale si è sentita male tra le braccia del marito dove è spirata prima ancora che potesse parlare con i medici.

Non è ancora stata confermata la causa del decesso, come riporta la stampa locale, ma si crede che possa essere stato il coronavirus.

Il vicepresidente del Sindacato degli agenti della polizia civile di Parà, Pablo Farah, ha deciso di portare avanti un’indagine sul caso, affermando che sebbene la città sia una delle più colpite dal covid Raquel avrebbe dovuto avere l’assistenza sanitaria necessaria.