USA, saccheggi e rivolte: poliziotto aggredito e accoltellato al collo. FBI indaga per terrorismo

Un poliziotto è stato accoltellato a New York negli scorsi giorni, nella notte del 3 Giugno, mentre si trovava in servizio durante il contrasto ai saccheggi nel periodo di coprifuoco.

A rendere noto l’episodio è il capo del dipartimento newyorkese Demot Shea. L’agente non è in pericolo di vita. I colleghi hanno reagito sparando contro l’aggressore, armato di un coltello da caccia. L’aggressore è rimasto ferito in modo grave.

E’ il NewYorkPost a rivelare i dati dell’aggressore. Si tratta di Dzenan Camovic, 20 anni, origine bosniaca e musulmano praticante. Secondo alcune testimonianze durante l’aggressione avrebbe urlato “Allah Akbar” ma, secondo alcuni parenti sentiti dallo stesso quotidiano, “non è assolutamente un terrorista”.

Secondo gli stessi parenti, il giovane non avrebbe neanche mai espresso sentimenti anti-polizia “Lo conosco da quando era piccolo. Che si tratti di un terrorismo, è illogico “, ha detto il parente testimone secondo il New York post. “È cresciuto qui, [l’inglese] è la sua unica lingua..”

I commenti del parente sono arrivati ​​dopo che le fonti delle forze dell’ordine hanno riferito che le autorità stavano indagando sull’attacco di Mercoledì sera come possibile atto di terrore, basato in parte su messaggi anti-polizia che Camovic avrebbe pubblicato sui social media.

Il parente, che è stato visto parlare con una coppia di agenti dell’FBI fuori dal condominio di Brooklyn, dove Camovic vive con i suoi genitori e sua sorella, ha detto: “Ho il massimo rispetto per le forze dell’ordine, ma è facile accusare un musulmano di terrorismo”.

“È la prima offesa che viene in mente quando qualcuno menziona i musulmani”, ha detto. Il parente di Camovic ha menzionato, come ipotesi, la vicenda legata a George Floyd a Minneapolis che da giorni sta infiammando le strade di decine di città degli Stati Uniti.

Un vicino della famiglia, Christopher Song, 62 anni, ha dichiarato di aver riconosciuto Camovic da una foto di notizie. “Sembrava una persona tranquilla, non ha disturbato nessuno”, ha detto Song. “Pugnalare al collo un poliziotto.. È folle.”

GUARDA IL VIDEO DELL’AGGRESSIONE

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche