Poliziotto morto a Napoli, due dei ladri sono del campo rom di Giugliano

Sono tre gli uomini che questa notte hanno deciso di mettere a segno un colpo ad un bancomat di un istituto di credito di via Abate Minichini, a due passi da piazza Ottocalli a Napoli.

Gli autori, tutti identificati e di etnia rom, a quanto fa sapere il quotidiano Il Mattino, provengono dal campo nomadi di Giugliano.

I tre, di cui due individuati subito, mentre il terzo ha le ore contate, dovranno rispondere di omicidio.

LEGGI ANCHE: Un altro eroe ha perso la vita per la sicurezza di tutti: “il suo sogno la Volante per difendere i cittadini dalla criminalità”

Dopo essere stati scoperti dalla polizia, infatti, nella fuga hanno impattato con la loro Audi contro una Volante del commissariato di Secondigliano.

LEGGI ANCHE: 37 anni e due figli, chi era Pasquale Apicella, il poliziotto caduto a Napoli

Su quella Volante era Pasquale Apicella, l’agente scelto della polizia di Stato morto nel tragico schianto. Il suo collega – l’assistente capo Salvatore Colucci – resta attualmente ricoverato con politraumi in ospedale, ma non versa in gravi condizioni.

LEGGI ANCHE: Agente scelto, 37 anni. Chi è il poliziotto caduto in servizio a Napoli questa notte

L’auto utilizzata dai banditi bloccati questa notte a Napoli aveva una targa sovrapposta e il telaio punzonato. Si trattava evidentemente di una vettura rubata. Nel violento impatto con la volante della polizia il motore della vettura è stato sbalzato fuori.

LEGGI ANCHE: Furto nella notte: muore un poliziotto di 37 anni, grave un collega