Condividi

Minaccia gli operatori, spacca una bottiglia e con quella minaccia i presenti: è accaduto nel pronto soccorso di Rimini nelle scorse ore.

Solo dopo una violenta colluttazione, gli agenti di polizia intervenuti sono riusciti a bloccare l’esagitato. Si tratta di un 48enne italiano residente nella stessa città, già conosciuto per episodi analoghi.

Qualche giorno fa infatti, spiega il resto del carlino, si era scagliato contro i carabinieri, chiamati dal titolare di un bar di Santa Giustina, dove stava infastidendo i clienti.

In poco più di una settimana, l’uomo ha fatto quasi una trentina di accessi al pronto soccorso. Sembra abbia problemi di alcol e forse di droga, e quando ieri mattina è arrivo all’Infermi con a tracollo il suo zainetto, racconta il Carlino, era in condizioni psico-fisiche parecchio alterate.

Gli agenti intervenuti su richiesta del pronto soccorso e dxi una guardia giurata (il primo ad intervenire) hanno cercato di calmarlo, tentato di farlo ragionare e per un momento sembrava che ci fossero riusciti. Solo dopo un violento scontro gli agenti sono riusciti a bloccarlo.

I poliziotti non ne sono usciti indenni: il capopattuglia si è incrinato una costola, e anche la guardia giurata è rimasta ferita e ha una settimana di prognosi. Il 48enne p stato invece trasferito nel carcere dei Casetti, in attesa di essere processato per direttissima.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNatale Hjorth, l'americano 'bendato' dai Carabinieri, nomina un legale del caso Cucchi
Prossimo articoloPunta un coltello al petto di un carabiniere durante un controllo: momenti di tensione in stazione. Arrestato tunisino