Pompieri al collasso, l’ira dei Vigili del Fuoco: “lavoriamo nei containers come il giorno successivo al sisma”

Hanno risposto al loro appello i sindaci di Comunanza e di Amandola, nel fermano

il primo ha messo a disposizione uno stabile, il secondo ha indicato un’area comunale dove poter costruire una caserma

Sono passati ormai tre anni dal violento terremoto che nel 2016 devastò il centro-Italia. Eppure, i Vigili del Fuoco che operano nella zona del comune di Amandola, nelle Marche, sono tuttora costretti a lavorare dentro a dei containers, non avendo ancora a disposizione una caserma.

“Siamo nelle stesse condizioni del giorno successivo al sisma. Non è ammissibile non avere un luogo di lavoro”, protestano. Hanno risposto al loro appello i sindaci di Comunanza e di Amandola: il primo ha messo a disposizione uno stabile e il secondo ha indicato un’area comunale dove poter costruire una nuova sede.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche